;">
 

hhhhhhhh

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Castello Siviller

Il castello Siviller si trova nel centro abitato di Villasor (CA).
Esso venne costruito nel 1415 per volontà del procuratore reale Giovanni Sivilleris (nominato feudatario della curatoria di Gippi l’anno precedente) e con l’autorizzazione del vescovo di Cagliari, Pietro Spinola.
L’ aspetto dell'edificio è ancora simile a quello dei castelli medievali, ma le diverse modifiche subite nel corso dei secoli, lo hanno trasformato più che altro in un luogo di residenza a discapito del suo utilizzo come fortificazione.
La struttura presenta una pianta a forma di U, anche se originariamente vi era un’altra area addossata alle spalle del cortile interno; sulla sommità delle mura sono presenti delle merlature guelfe. Nel prospetto principale si trovano delle finestre con cornici scolpite in stile gotico-catalano.
Sempre nella facciata d’ingresso è interessante osservare  lo stemma scolpito al di sotto della corona marchionale. Nella metà di sinistra si notano le sei palle, arma della famiglia De Silva e l’albero sradicato, simbolo del Giudicato d’Arborea; nella parte destra vi sono i pali, stemma del Regno di Aragona e una torre alata, simbolo della famiglia Alagon. L’emblema apparterrebbe alla famiglia Alagon Arborea De Silva, casato nato agli inizi del 1700 attraverso l’unione di queste due famiglie; infatti nel XV secolo, Isabella, figlia di Giovanni Sivilleris, sposò un membro della casata degli Alagon- Arborea. Successivamente, agli inizi del 1700, il casato Alagon- Arborea si fuse con il casato De Silva tramite il matrimonio tra Emanuela Alagon, marchesa di Villasor e Giuseppe De Silva Fernandez de Cordoba, conte di Cifuentes.
Dopo l’abolizione del feudalesimo, il castello ha mutato diverse volte il suo utilizzo: prima come caserma, poi prigione, sede scolastica e infine rimessa agricola.

Nel 1991 il comune di Villasor ha acquistato la fortezza trasformandola in un centro socio-culturale. Attualmente le sale del piano terra ospitano la biblioteca comunale e quelle superiori (al momento chiuse) dovrebbero fungere da spazio espositivo per mostre.

Gallery
Click to Open

Commenti

B
i
u
Quote
Code
List
List item
URL
Nome *
URL
Code   
ChronoComments by Joomla Professional Solutions
Invia commento
 

GTranslate

Italian English French German Portuguese Russian Spanish