;">
 

hhhhhhhh

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Tombe dei giganti Seleni

Le tombe dei giganti di Seleni si trovano nel comune di Lanusei (OG) all’interno del magnifico bosco di lecci e roveri omonimo, a circa 1000 m. d’altitudine.
L’area del bosco di Seleni è di notevole interesse scientifico perché all’interno di esso, oltre alle due tombe,  son presenti nuraghi (come il nuraghe Gennaccili), un villaggio e fonti sacre.

L’area, indagata negli anni Novanta, ha restituito diverso materiale fittile che ha incrementato le conoscenze sulla storia del sito nel periodo nuragico.

La prima tomba dei giganti risalirebbe a un periodo compreso tra il XV e XIV secolo a. C. ed è la più antica tra le due.
Di essa sono visibili l’esedra frontale dotata di bancone-sedile, larga allo stato attuale circa 8 m., ed il corridoio funerario, di pianta rettangolare, costruito con massi ortostatici in granito infissi a coltello ed angolati verso l’interno, lungo esternamente 11, 35 m.

L’ingresso alla sepoltura si apre a SSE ed è assente la stele che doveva farle da porta.

Di fronte ad essa si trovano dei grandi massi con delle forme particolari, come ad esempio un blocco che sembrerebbe riprodurre una donna gravida, con piccola testa, grosso ventre e una parte delle gambe.

La seconda tomba dei giganti, situata a circa 70 m. a sud della prima, è più recente e risalirebbe ad un periodo compreso tra il XIV e XII secolo a. C.
Essa conserva parte dell’esedra con bancone-sedile, ingresso architravato e parte della camera funeraria.

La sepoltura è costruita con massi in granito disposti secondo la tecnica “a filari”. Il corridoio funerario (lungo esternamente circa 12 m.) è costituito anch’esso da blocchi finemente lavorati e, dal terzo filare in su, aggettanti verso l’interno. L’equilibrio statico era fornito dalla copertura a piattabanda tramite lastroni orizzontali (alcuni ancora presenti) che bilanciavano le muraglie laterali.

Nella zona antistante sono state ritrovate quattro pietre munite di tre incavi dalla funzione ancora incerta, uno di essi coronava forse la sommità dell’esedra ed aveva scopo decorativo.

Gallery
Click to Open



Commenti

avatar valentina
0
 
 
sono le piu belle tombe dei giganti ( secondo me).
B
i
u
Quote
Code
List
List item
URL
Nome *
URL
Code   
ChronoComments by Joomla Professional Solutions
Invia commento
Cancella
B
i
u
Quote
Code
List
List item
URL
Nome *
URL
Code   
ChronoComments by Joomla Professional Solutions
Invia commento
 

GTranslate

Italian English French German Portuguese Russian Spanish