;">
 

hhhhhhhh

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Turisti ai cancelli di Monte D'Accoddi
Ma scoprono con sorpresa che è chiuso

di Francesco Bellu

SASSARI. Cancelli sbarrati e un bel cartello che dice "chiuso domenica e i festivi". Chi ieri ha deciso di andare a vedere Monte D'Accoddi ha trovato questa brutta sorpresa e non ha potuto fare altro che tornarsene indietro e fare magari un salto ad Alghero oppure rientrare direttamente a casa. L'impressione è che nonostante ci sia un sistema museale integrato, Thàmus, la chiusura dell'altare pre-nuragico sa tanto di occasione sprecata. Perché le persone che ieri si sono presentate all'ingresso erano tante e avrebbero voluto con piacere poter vedere il sito archeologico.

Ora resta da capire se anche il 1° maggio, altro giorno festivo particolare, l'area sarà aperta al pubblico oppure rimarrà chiusa come per il 25 aprile. Cercare informazioni sul sito Internet del Comune e su Thàmus inoltre è un'impresa impossibile: gli unici orari disponibili sono infatti, aggiornati al 2010. Ma non è questo il punto fondamentale. Si parla tanto, infatti, di Sassari turistica e poi però i risultati sono ben lontani dall'essere considerati almeno accettabili. Perché certi turisti, soprattutto se stranieri, capitano magari solo un giorno e non è certo una bella pubblicità far trovare i cancelli chiusi dell'area archeologica di Monte D'Accoddi. D'altronde si tratta di uno dei monumenti più originali, unico, della Preistoria mediterranea per struttura e complessità. Tenerlo chiuso in giorni particolari come il 25 aprile è un lusso che il Comune di Sassari non si può permettere. La gente arrivata ieri non tornerà di certo il 1° maggio perché: o è già partita, oppure sceglierà un'altra meta.

Sono stati proprio gli stessi visitatori a chiamare SassariNotizie e ha raccontarci tutto ciò in maniera incredula. «Siamo arrivati ai cancelli e abbiamo trovato tutto sbarrato. - hanno spiegato - Che delusione. Poi abbiamo letto gli orari e ci siamo resi conto che la domenica e nei giorni festivi il sito non era visitabile. Ma oggi è 25 aprile, in molte città siti e musei rimangono aperti. «È una vergogna che a Sassari tutto rimanga chiuso». Con loro c'erano anche dei turisti stranieri (tedeschi e inglesi) che con rammarico hanno fatto marcia indietro. Racconteranno di aver visto la famosa "ziqqurat" sarda del Terzo Millennio a. C., ma solo in cartolina.

da SassariNotizie, 26/04/2012

Commenti

B
i
u
Quote
Code
List
List item
URL
Nome *
URL
Code   
ChronoComments by Joomla Professional Solutions
Invia commento
 

GTranslate

Italian English French German Portuguese Russian Spanish