;">
 

hhhhhhhh

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

VILLAPERUCCIO. La scoperta
Necropoli di Montessu Affresco preistorico nella grotta santuario

Di MAURIZIO LOCCI

Sotto una patina di fuliggine, sette strati di preziose pitture rupestri. Un arcobaleno di colori che, tra le mura e la volta della grotta-santuario “numero 7” di Montessu, a Villaperuccio, rischia di essere compromesso se non seguiranno interventi adeguati per preservare quella che è una delle più grandi domus de janas della necropoli prenuragica tra le più importanti dell'area del Mediterraneo.
LA SCOPERTA A lanciare l'allarme, nei giorni scorsi, è stata una lettera della Soprintendenza ai beni archeologici di Cagliari indirizzata al Comune di Villaperuccio. Dopo un sopralluogo avvenuto alcuni mesi fa, gli archeologi del Ministero per i beni culturali hanno acceso i riflettori sulle importanti scoperte emerse nella grotta durante il cantiere di recupero e pulitura delle superfici in pietra. Ebbene, sotto uno spesso strato di fumo «è emerso - scrivono gli studiosi - un interessante palinsesto dipinto in cui si distinguono chiaramente almeno sette livelli di ocre rosse, gialle e arancio, oltre a segni di pittura nera più sottili». A scoprire i disegni, che in alcuni punti, velati dalla fuliggine, presentano «pennellate, impronte e segni ovali», è stato Gianluca Zini, l'architetto che sovrintende il cantiere che, grazie a uno stanziamento di 82 mila euro (in parte cofinanziato dal Comune) e sotto il controllo della Soprintendenza, dovrà riportare all'antico splendore la monumentale tomba “numero 7”, una delle 35 dell'importante area archeologica.
LA SALVAGUARDIA«Il nostro compito è quello di porre in essere tutte le azioni che favoriscano la conservazione del sito. Vista l'importanza di ciò che sta emergendo, però, occorrerà - commenta Zini - reperire ulteriori fondi per dare il via a un serio lavoro studio». Anche perché l'obiettivo primario della Soprintendenza, vista «la condizione di grave deterioramento della tomba, causata da una scarsa aerazione dell'anticella, chiusa con un intervento sommario durante gli scavi degli anni '90», è quello di «imporre con urgenza l'adozione di misure per la sua salvaguardia». Un invito che il sindaco di Villaperuccio Antonello Pirosu non ha intenzione di ignorare: «Ci stiamo già attivando per reperire nuovi fondi. Montessu è un sito unico nel Mediterraneo e merita un'attenzione particolare che ancora, nonostante tutti gli sforzi, non ha avuto».

da L'Unione Sarda, 15/06/2012

Commenti

B
i
u
Quote
Code
List
List item
URL
Nome *
URL
Code   
ChronoComments by Joomla Professional Solutions
Invia commento
 

GTranslate

Italian English French German Portuguese Russian Spanish