;">
 

hhhhhhhh

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

CARLOFORTE. Presentati i risultati di un mese e mezzo di scavi archeologici

Tombe fenicie fra le case
In via Parodo riemerge il passato millenario dell'isola

di Salvatore Lecca

Tombe, presumibilmente di epoca fenicia, risalenti al V-IV secolo a. C., che potrebbero far parte di una necropoli ben più ampia: dopo un mese e mezzo di scavi in via Giacomo Parodo, l'impressione è che sia venuto alla luce il primo pezzo di un puzzle complicato.
Lo staff internazionale guidato dall'archeologo libanese Wissam Khalil, aiutato da un gruppo di volontari, ha liberato le tombe dagli strati di terra che nei secoli le avevano ricoperte. Il sito era già conosciuto, tanto da essere utilizzato come rifugio antiaereo nel periodo della II Guerra Mondiale: risalirebbero proprio a quel periodo le devastazioni riscontrate su alcune incisioni rinvenute all'interno.
Alla conferenza dedicata al resoconto degli scavi, la settimana scorsa, nella biblioteca comunale, hanno partecipato la Soprintendenza di Cagliari e Oristano, l'amministrazione locale e il folto gruppo di appassionati di archeologia locali, tra cui Pier Vitiello, artefice e promotore dell'iniziativa. Tutti d'accordo sull'importanza culturale di queste iniziative per una maggior conoscenza del territorio e la sua tutela, ma anche sull'auspicio che che tali attività possono avere ricadute sul fronte occupazionale: unanime anche la richiesta di maggior controllo sul patrimonio archeologico, per preservarlo da ulteriori devastazioni che potrebbero comprometterlo definitivamente. Il prossimo passo sarà la messa in sicurezza del sito, minacciato dal dilavamento della collina, in modo da renderlo visitabile il più presto possibile.
Le tombe appena riportate alla luce costituiscono solo il primo tassello di una storia ancora poca conosciuta: quella dell'isola di San Pietro.

da L'Unione Sarda, 18/09/2012

Commenti

Ci sembra davvero paradossale, oseremmo dire, quasi disumano, che vi sia ancora qualcuno che continui a parlare di fenici. Di fenici in Sardegna, per di più. E, ancora peggio, di fenici in Sardegna nel V-IV secolo a.C.!
Come al solito, siamo costretti a stigmatizzare il comportamento di certuni che non hanno mai studiato la vera storia della Sardegna! Certo, studiare costa fatica! Dire stupidaggini invece rientra nella disponibilità di tutti.
Svegliatevi signori, sappiate che "i fenici non sono mai esistiti" e non siamo i soli ad affermare ciò ufficialmente da due anni!
Possiamo continuare su questa linea (ove vi sia alcuno che ardisca contestarci), inserendo l'elenco completo degli studiosi di tutto il mondo, comprendendovi quelli sardi, o ambientati in Sardegna, come Bartoloni e Tronchetti che dicono il contrario vostro! Aspettiamo risposte. Aspettiamo anche con ansia per vedere se questo nostro intervento verrà mantenuto o sarà destinato ad essere cancellato dalle sollecitazioni che i soliti "benpensanti" faranno pervenire a questo sito.
mikkelj tzoroddu
B
i
u
Quote
Code
List
List item
URL
Nome *
URL
Code   
ChronoComments by Joomla Professional Solutions
Invia commento
Cancella
avatar Su Scruxoxu
0
 
 
Il suo commento non verrà cancellato. Ognuno può esprimere liberamente le proprie idee.
Non vediamo il motivo dello scaldarsi tanto e dare degli "stupidi" a chi ha semplicemente riportato un articolo di giornale che parlava della scoperta di una necropoli;
fenicia o non fenicia saranno gli studiosi a sostenerlo e discuterci (compreso lei).
La preghiamo di moderare i toni e di non darci degli stupidi.... non le abbiamo proprio fatto nulla per essere accusati in questo modo!
B
i
u
Quote
Code
List
List item
URL
Nome *
URL
Code   
ChronoComments by Joomla Professional Solutions
Invia commento
Cancella
Caro Signore che non si firma,
io non ho dato dello stupido a nessuno, men che meno all'autore del contributo comparso su "suscruxoxu" e, debbo dire, mi meraviglia molto questa sua presa di posizione! Lei vuol forse fare l'avvocato di qualcuno? Beh, le assicuro che, nella fattispecie, Lei non possiede le armi adatte! Pertanto lasci che si difenda proprio il destinatario della mia severa osservazione! Anzi, lasci che si difendano tutti quegli ameni pseudoricercato ri che continuano a parlare di "fenici" senza sapere neppure di cosa realmente essi parlino! Senza sapere neppure il significato intimo e palese al tempo, del vocabolo "fenicio". Ma, soprattutto, senza conoscere minimante la vera storia della Sardegna, perché essi non si sono mai sognati di studiarla ponendo in essere una propria, circostanziata, originale ricerca “scientifica”.
La prego, signore che non si firma, si faccia promotore di una loro presa di posizione e linea di difesa! Le assicuro, farà un grosso regalo alla perfetta focalizzazione del Suo punto di vista in merito alla questione. Il quale punto di vista è sicuramente condizionato da decenni di bla, bla, degli aventi (immeritatamente) il diritto a blablare!
Vedrà, signore che non si firma, che nessuno accetterà il dialogo!
Le sono peraltro grato per il Suo intervento! Almeno, ho finalmente la sensazione di parlare ed essere ascoltato, perché il mio altro commento (davvero più sagace), del 21/10/11 ( su Prenuragici e Nuragici amavano il mare) circa la davvero grottesca notizia che riportava la stucchevole esternazione di un archeologo, non ebbe seguito alcuno!
Chissà se avrò la fortuna d'aver una qualche risposta anche da quell'orizzonte.
Grazie, mikkelj.
P.S.- Il dubbio circa la triste possibilità che il mio intervento venisse cancellato, Le assicuro Signore che non si firma, è amaramente basato su una pregressa esperienza di alcuni luoghi che si sono comportati di cotal guisa! Ed in più la mia difficoltà (solo mia?) ad inviare il mio intervento (anche questo per la verità, essendo già alla sua seconda stesura) mi fecero temere l’avverarsi di tale circostanza. Ancora sinceri saluti.
B
i
u
Quote
Code
List
List item
URL
Nome *
URL
Code   
ChronoComments by Joomla Professional Solutions
Invia commento
Cancella
B
i
u
Quote
Code
List
List item
URL
Nome *
URL
Code   
ChronoComments by Joomla Professional Solutions
Invia commento
 

GTranslate

Italian English French German Portuguese Russian Spanish