;">
 

hhhhhhhh

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Villa di Tigellio

Il complesso abitativo conosciuto come Villa di Tigellio si trova in via Tigellio a Cagliari.

Si tratta di un’area archeologica cittadina risalente al I secolo a.C. inizi I secolo d.C.; il nome “villa di Tigellio” è errato e deve la sua origine alla convinzione che in questo sito si trovasse la “villa” del cantore sardo Tigellio, contemporaneo di Cesare e citato in diverse lettere di Cicerone e Orazio.

Gli scavi dell’area  hanno portato alla luce:
- un edificio termale nel quale si può osservare un ambiente (forse una piscina per l’acqua fredda) realizzato in mattoni nel quale è visibile parte del rivestimento in coccio pesto. Inoltre si notano i resti del porticato e del calidarium (con pavimentazione in cotto all’interno e un pavimento con mattoni disposti a spina di pesce all’esteno);
- l’atrium, una sorta di cortile chiuso avente un’apertura sul tetto che convogliava le acque piovane nel compluvium, una vasca ricavata nel pavimento. Ai lati dell’atrium si aprivano i cubicola (camere da letto) e sulla parete di fondo il tablinum, una sorta di sala di ricevimento degli ospiti;
- la casa degli stucchi,  un tempo (quando la rinvennero nel 1876) ricca di affreschi e pavimentazione a mosaico ora quasi del tutto scomparsi;
- la casa del Tablino dipinto che risulta costruita in più fasi, dall’epoca augustea (27 a.C. 17 d.C) al VI secolo d.C. ha restituito resti di pavimentazione a mosaico.

Gallery
Click to Open


Commenti

B
i
u
Quote
Code
List
List item
URL
Nome *
URL
Code   
ChronoComments by Joomla Professional Solutions
Invia commento
 

GTranslate

Italian English French German Portuguese Russian Spanish