;">
 

hhhhhhhh

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

SEULO. Conferenza giovedì alle 17 sui primi due anni di scavi archeologici nell'antico sito
Taccu 'e Ticci, la storia ritrovata
Un villaggio di capanne individuato dagli studiosi intorno al nuraghe

Di SONIA GIOIA

Sono passati due anni dall'inizio degli scavi, oggi si comincia a tirare le somme di tanto lavoro. Tanti i ritrovamenti di suppellettili e resti umani riportati in superficie nel cantiere. E giovedì alle 17, nella biblioteca comunale, si terrà la conferenza di presentazione degli scavi a Taccu 'e Ticci. La ricerca archeologica, cominciata nel 2010, è stata condotta dalla Soprintendenza per i beni archeologici di Sassari e Nuoro e finanziata dall'amministrazione comunale. L'imponente altopiano custodisce fra le sue rocce calcaree le più antiche testimonianze del passato seulese. I lavori stanno riportando alla luce un grande insediamento nuragico, un villaggio di capanne che ruota attorno ad un nuraghe con diverse torri, probabilmente la residenza fortificata del capo e della sua guarnigione. Poco distante dalle residenze dei vivi quelle dei morti, due tombe di giganti che costituivano l'area cimiteriale dell'insediamento. Numerosi anche i reperti rinvenuti che raccontano una storia di oltre tremila anni fa con ceramiche, fusaiole, pestelli, due pugnali in bronzo e i resti di almeno 140 individui.
Aprirà la conferenza di giovedì il sindaco Giuseppe Carta, seguiranno gli interventi dell'archeologo Antonio Sanciu della Soprintendenza, l'archeologa Nadia Canu, la restauratrice Eliana Natini e il disegnatore Antonello Farina. I risultati della ricerca saranno esposti dall'archeologa Alessandra Saba e a conclusione anche l'intervento di Fabio Puddu dell'Ecomuseo del Flumendosa. Durante le ultime giornate di scavo il sito è stato aperto al pubblico registrando oltre 120 visite. Un enorme patrimonio dunque che è stato riportato alla luce per impreziosire ulteriormente una zona già ricca di tradizione e di storia, una storia molto antica.

da L'Unione Sarda, 17/10/2012

Commenti

avatar mikkelj
0
 
 
"un villaggio di capanne che ruota attorno ad un nuraghe con diverse torri, probabilmente la residenza fortificata del capo e della sua guarnigione"
Definizione da reputarsi davvero ABERRANTE!
Ci si chiede: a motivo di quale serie di, tortuosi, ascientifici brandelli di improbabili premesse, si inferisce una tale immagine?
Ci piacerebbe ricevere una risposta concreta. Sarà possibile?
Ma, forse è chiedere troppo ad una corrente di pensiero che pensa con altrui pensieri!
mikkelj tzoroddu
B
i
u
Quote
Code
List
List item
URL
Nome *
URL
Code   
ChronoComments by Joomla Professional Solutions
Invia commento
Cancella
B
i
u
Quote
Code
List
List item
URL
Nome *
URL
Code   
ChronoComments by Joomla Professional Solutions
Invia commento
 

GTranslate

Italian English French German Portuguese Russian Spanish