;">
 

hhhhhhhh

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

La Cittadella dei Musei intitolata a Giovanni Lilliu

Di PAOLO LOCHE

La Cittadella dei Musei sarà intitolata all'archeologo Giovanni Lilliu. Domani, in coincidenza del primo anniversario della scomparsa, si svolgerà la cerimonia di intitolazione degli spazi espositivi di piazza Arsenale alla memoria dell'indimenticabile professore, insignito nel 2007 dalla Regione della prestigiosa onorificenza di “Sardus Pater”.
LA SCULTURA L'appuntamento è fissato per le 11 nella “Sala rossa” della Cittadella. Nel corso della cerimonia verrà scoperta una scultura di Pinuccio Sciola dedicata all'illustre archeologo, la cui scomparsa, a 97 anni, coincise con una grande testimonianza di affetto e riconoscenza da parte di tantissime persone. All'incontro, che si preannuncia affollato, sono state invitate le massime autorità. Gli onori di casa saranno fatti dal rettore, Giovanni Melis. Sarà ricordata e celebrata la figura di Lilliu. Si ripercorreranno le tappe della sua carriera di archeologo, storico, docente universitario, accademico dei Lincei.
LA MOTIVAZIONE «Sotto la terra della collina fertile di messi, intuendo la forma del nuraghe, restituì al popolo sardo e all'umanità intera un patrimonio di cultura fecondo di ricchezza e di incontri fra le genti». Questa la motivazione che ha spinto l'Università a intitolare a lui gli spazi della Cittadella. E non poteva mancare un ricordo nella lingua più cara al professore. «Giuanni Lilliu, professori de antichidadi in s'Universidadi de Casteddu, Babbu mannu de sa Sardigna at torru a luxi su nuraxi po pònniri a frutu su disignu de fundai in ideas e praticas noas de identidadi sa citadi sarda de cras bona a crèsciri in su sentidu de sa libbertadi e in su respiru de su mundu».
LA VITA Nato a Barumini il 13 marzo 1914, Lilliu era considerato il massimo conoscitore della civiltà nuragica. Archeologo di fama internazionale, deve la sua popolarità agli scavi che riportarono alla luce la reggia nuragica Su Nuraxi (proprio nel suo paese natale) dichiarata “patrimonio dell'umanità” dall'Unesco nel 2000. Laureato in Lettere, conseguì la specializzazione alla Scuola nazionale di archeologia di Roma. Nel '55 fondò (e diresse per vent'anni) la Scuola di specializzazione di studi sardi dell'Università di Cagliari e fu docente ordinario di antichità sarde. Partecipò da democristiano alla vita politica isolana e fu preside della Facoltà di Lettere.

da L'unione Sarda, 18/02/2013

Commenti

B
i
u
Quote
Code
List
List item
URL
Nome *
URL
Code   
ChronoComments by Joomla Professional Solutions
Invia commento
 

GTranslate

Italian English French German Portuguese Russian Spanish