;">
 

hhhhhhhh

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Monumento funebre affiora nel cantiere di viale S. Avendrace

CAGLIARI Basta scavare e attorno al colle di Tuvixeddu saltano fuori resti archeologici. L’ultimo ritrovamento è di questi giorni: in un cantiere edile aperto tra le torri dei Fenicotteri e l’ex cantiere Cocco, tra viale Sant’Avendrace e via Santa Gilla, è riemerso un tratto di strada romana collegato a un mausoleo in blocchi di pietra. Il sovrintendente archeologico Marco Minoja è intervenuto immediatamente e ha firmato un decreto di dichiarazione d’interesse pubblico, che ha bloccato i lavori in quel sito e ha imposto una serie di prescrizioni all’impresa impegnata nella costruzione di una palazzina. Minoja ha confermato il ritrovamento: «L’abbiamo segnalato al Comune e sappiamo che la strada col monumento funerario si estende verso est e verso ovest. Noi non siamo certo in grado di fare ricerche per l’assoluta mancanza di fondi, in questi casi possiamo solo vincolare l’area. Ed è quello che abbiamo fatto». La scoperta è una nuova conferma di quanto Italia Nostra, il Gruppo di Intervento giuridico e altre associazioni denunciano da anni: l’area archeologica di Tuvixeddu non può essere circoscritta dai confini della necropoli finora scavata, ma si estende certamente su viale Sant’Avendrace e oltre la strada, per coincidere con l’ex cementeria oggi trasformata in un orribile complesso edilizio semideserto, sede di uffici e abitazioni. Sono ormai decenni che i permessi di costruire vengono concessi senza alcuna indagine conoscitiva sulle aree attorno al colle dei Punici, dove la scoperta di strutture antiche di enorme valore storico e culturale è affidata alle imprese edili. Per fortuna la sovrintendenza archeologica, piuttosto distratta nel corso dei lavori di realizzazione del parco pubblico a Tuvixeddu, con la gestione Minoja ha ripreso a vigilare su una zona della città in gran parte compromessa dall’incessante attività immobiliare ma ancora sostanzialmente inesplorata. (m.l)

da La Nuova Sardegna, 08/03/2013

Commenti

B
i
u
Quote
Code
List
List item
URL
Nome *
URL
Code   
ChronoComments by Joomla Professional Solutions
Invia commento
 

GTranslate

Italian English French German Portuguese Russian Spanish