;">
 

hhhhhhhh

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

IL CASO. Scrittura antica
Storia nuragica «Nuovo reperto vicino a Sedilo»

Quattro documenti, che gli esperti ritengono essere in caratteri protocananaici-protosinaitici, trovati nelle campagne vicino a Sedilo. Un reperto prezioso che, secondo lo studioso Gigi Sanna, «rappresenta una nuova tessera nella scrittura nuragica». Dopo le due lettere iniziali, il documento ha uno strano tetragramma, cioè un unico segno ma composto da quattro lettere unite per legatura o per nesso. «In tutto cioè sei lettere del comune repertorio della scrittura nuragica» spiega lo studioso Gigi Sanna. «I documenti scritti sono stati individuati da una guardia del Corpo forestale e pertanto sono da giudicarsi tutti attendibili quanto a genuinità. Ora siamo al numero 140. I documenti sulla scrittura nuragica ormai non si contano più. Soprattutto il territorio dell'Oristanese (Narbolia, Allai, Paulilatino, Abbasanta, Aidomaggiore, Norbello) sta restituendo reperti contenenti le lettere dell'antica scrittura sarda dell'età del bronzo e del Primo ferro (XIII - IX /VIII secolo a.C.)».
Alcuni documenti sono composti da poche lettere, altri ne mostrano molte di più e sempre della stessa tipologia. «Gli archeologi sardi, anche se lentamente e con non pochi dubbi» dice ancora professor Sanna, «stanno prendendo atto dell'esistenza della scrittura nuragica, stante il fatto che oggi il corpus dei documenti è notevole e da ritenersi straordinario se solo si considera che esso è di gran lunga più abbondante rispetto al corpus dei documenti trovati in Siria- Palestina. Cioè nei luoghi di derivazione formale del codice». I documenti sono non solo pregevoli per la storia della scrittura in sé nel bacino del Mediterraneo, ma anche perchè «stanno facendo emergere non poco dell'antica civiltà dei costruttori dei nuraghi, soprattutto in fatto di religione e della società governata dai cosiddetti Giganti, alcuni dei quali sono quelli, stupendamente effigiati, di Monti Prama nel Sinis di Cabras». (P. M. )

da L'Unione Sarda, 05/05/2013

Commenti

B
i
u
Quote
Code
List
List item
URL
Nome *
URL
Code   
ChronoComments by Joomla Professional Solutions
Invia commento
Ultimo aggiornamento Lunedì 06 Maggio 2013 16:34  

GTranslate

Italian English French German Portuguese Russian Spanish