;">
 

hhhhhhhh

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Necropoli Filigosa

La necropoli di Filigosa si trova nel comune di Macomer (NU) nei pressi dell’ospedale, a circa 90 m. di distanza dal nuraghe Ruggiu.

Allo stato attuale, le tombe scavate sono solo quattro (tre delle quali si trovano ai piedi dell’altura e la quarta ad una quota superiore), ma con tutta probabilità il numero di sepolture era molto più numeroso.
La Tomba I è costituita da un lungo dromos (volto a sud est e lungo 11 m.)  che immette alla cella principale nella quale si aprono due portelli rialzati che introducono ad altri vani; la sepoltura ha un totale di 7 celle. Nella cella principale si possono osservare:
- due coppelle emisferiche vicine, scavate sulla parete sinistra;
- un lettuccio funebre ai piedi della parete di fondo;
- il focolare circolare presente al centro del pavimento.

La Tomba II è costituita da un dromos lungo 7 m., da una cella maggiore e altri tre vani disposti lungo l’asse longitudinale dell’ipogeo. La cella maggiore, di forma trapezoidale e con soffitto declinante verso l'ingresso, mostra, al centro del pavimento, un focolare rituale e sulla parete sinistra una coppella.
Nella parete di fondo del vano, si apre il portello a luce quadrangolare che introduce al secondo vano, di piccole dimensioni e di forma quadrangolare. Nella parete destra si apre l’ingresso alla terza cella; nella parete di fondo di questo vano, si apre l’accesso al quarto vano quadrangolare.

La Tomba III è formata da un dromos lungo 10 m. e volto a sud (l’ultima parte è coperta da un breve padiglione) che immette alla prima cella la quale presenta, al centro del pavimento, un focolare circolare con anello in rilievo e coppella centrale. Nella parete di fondo del vano si apre il portello che introduce nella seconda cella. Questo portello ha forma quadrangolare ed è delimitato da una cornice in negativo.

La Tomba IV presenta un dromos (lungo 8 m.) seguito da tre celle coassiali, mentre un quarto vano laterale si apre nel secondo ambiente
Attraverso un portello trapezoidale si accede alla prima camera, di forma quadrangolare e con al centro un focolare circolare. Nella parete sinistra si apre una piccola nicchia. Da questo vano si accede al secondo e al terzo vano, entrambi quadrangolari. Nella parete di fondo del terzo vano è scavato il portello che immette nella quarta camera.
Di grande interesse è il rimpiego della tomba in età nuragica, con la ristrutturazione della parete di prospetto del dromos con conci ben sagomati, quasi a simulare l’ingresso di una tomba di giganti. Inoltre, gli scavi  hanno messo in luce, sul lato destro del dromos, un pozzetto del diametro di m 0,55 e profondo 0,50m., colmo di ceramica e di oggetti fittili romani di età repubblicana ed imperiale.

La necropoli è nota per aver dato il nome alla cultura eneolitica di Abealzu -Filigosa.


Gallery
Click to Open

 

Commenti

B
i
u
Quote
Code
List
List item
URL
Nome *
URL
Code   
ChronoComments by Joomla Professional Solutions
Invia commento
 

GTranslate

Italian English French German Portuguese Russian Spanish