;">
 

hhhhhhhh

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

MURAVERA. È stato recintato dal proprietario del terreno
S'Acqua Seccis, nuraghe sequestrato

Di GIANNI AGUS

La indicazioni partono dalla vecchia statale 125, tra la spiaggia di San Giovanni e quella di Colostrai. Si legge: Nuraghe S'Acqua Seccis. Un sentiero gradevole, lato montagna (località Senni), con una serie di altre informazioni per i turisti.
Poi, dopo un tratto in salita, la sorpresa: l'ultimo cartello indica un cancello in ferro, chiuso con un lucchetto. Impossibile accedere. Una beffa per i visitatori che negli ultimi mesi hanno seguito le frecce. Eppure tutto sembrerebbe in regola. Il sito archeologico, infatti, si trova all'interno di un terreno privato. Terreno che da poco ha cambiato proprietario. Ed il nuovo tenutario - un allevatore di Nurri - ha deciso di recintare tutto, impedendo di fatto l'accesso al nuraghe. Una situazione che l'Amministrazione comunale sta cercando di risolvere. «Nei prossimi giorni - ha spiegato il sindaco Marco Fanni - avrò un incontro con il proprietario del terreno. Mi auguro ci siano i margini per trovare una soluzione che vada bene ad entrambi. Altrimenti, tra le varie opzioni, stiamo valutando anche quella dell'esproprio». S'Acqua Seccis sorge in una posizione invidiabile dalla quale si può ammirare gran parte della costa muraverese. Negli anni scorsi il Comune ha valorizzato l'area sistemando sentieri e staccionate. Oltre alla cartellonistica che, perlomeno adesso, ha il sapore di una beffa.

da L'Unione Sarda, 07/03/2014

Commenti

B
i
u
Quote
Code
List
List item
URL
Nome *
URL
Code   
ChronoComments by Joomla Professional Solutions
Invia commento
 

GTranslate

Italian English French German Portuguese Russian Spanish